Domanda

Mia mamma è anziana, e purtroppo da gennaio sta continuamente nel letto

Salve! Mia mamma è anziana, e purtroppo da gennaio sta continuamente nel letto. La curo io. Ultimamente la faccio sedere sul bordo del letto. La mia domanda è, se la faccio stare nella sedia a rotelle per tempi prolungati, può essere pericoloso? Intendo dire se c’è il rischio di embolia cardiaca a causa dei cambiamenti nella circolazione sanguigna? Attendo la su gentile risposta, suggerimenti e consigli!

Già risposta
Categorie: Fisioterapista. Fisioterapia

Risposta

  1. Varró Tímea
    Tina Varro Fisioterapista
    13. Luglio 2018.

    Cara Margherita,

    la postura verticale serve proprio per evitare i problemi e disturbi di questo tipo. Stare sempre nel letto significa un rischio molto maggiore da questo punto di vista. Il controllo medico naturalmente è importante per valutare le capacità fisiche.

    Auguri,
    Tina Varrò

Domanda

Dolore muscolare

Cara Tina, ieri, durante un allenamento di calcio e dopo tirare un calcio piuttosto potente ho sentito un forte dolore pungente nella parte anteriore della coscia. Mi sono dovuto fermare perché non è passato il dolore. Oggi la vedo leggermente gonfio e per ogni passo provo dolore. Cosa suggerisce? grazie

Già risposta
Categorie: Fisioterapista. Fisioterapia

Risposta

  1. Varró Tímea
    Tina Varro Fisioterapista
    4. Maggio 2018.

    Caro Gabriele,
    i sintomi descritti possono indicare una lesione muscolare. Ad ogni modo consiglio di fare un’ecografia, e intanto l’uso di qualche crema contenente l’eparina. E’ vietato allungare o massaggiare il muscolo oltre il limite del dolore. Gli ulteriori passaggi possono variare a seconda dell'esito dell'ecografia.
    Ti auguro una guarigione veloce!

    Tina Varro

Domanda

Colpo della strega?

Buongiorno, la scorsa settimana durante le pulizie di casa, mi sono piegata un po’ troppo e a malapena sono riuscita a raddrizzarmi. Non mi è mai successo una cosa simile, sono una donna di 67 anni con una vita molto attiva, vado in bicicletta e faccio ginnastica regolarmente. Sono andata da un dottore che mi ha consigliato di riposarmi nel letto e mi ha prescritto un antidolorifico. I sintomi ora sono più lievi, posso svolgere i miei compiti quotidiani ma per raccogliere qualcosa da terra o per legarmi le scarpe non riesco dal dolore. Vorrei sapere Lei cosa propone, come potrei migliorare la mia situazione. Grazie!

Già risposta
Categorie: Fisioterapista. Fisioterapia

Risposta

  1. Varró Tímea
    Tina Varro Fisioterapista
    4. Maggio 2018.

    Cara Elizabetta!
    nella prima fase del trattamento il riposo nella giusta posizione è importante, in caso di bisogno va bene anche utilizzare gli antidolorifici.
    ci sono tre posizioni ideali per rilassare la schiena. Sdraiati sul dorso bisogna appoggiare mettere un cuscino sia sotto la schiena che sotto le ginocchia. Sdraiati su un fianco il cuscino va messo tra le due ginocchia e le due caviglie in modo che le caviglie e le ginocchia siano alla stessa altezza, e nella posizione pancia in giù vale la pena inserire un cuscino sotto la pancia. Ognuno di queste posizioni rilassa la schiena, a seconda della preferenza si possono provare tutte.
    Se i sintomi dovessero persistere, è certamente consigliabile rivolgersi a uno specialista - fisioterapista o terapeuta, ma non al chiropratico!  Dopo un esame approfondito egli le indicherà il trattamento necessario e dei "compiti a casa", che potranno eliminare non solo i sintomi attuali ma anche prevenire successivi episodi dolorosi. Ricordiamo che la cosa più importante è eliminare la causa del dolore.
    Auguri di buona guarigione!
    Tina Varro

Domanda

Dolore al tallone

Gentile Tina, corro regolarmente a livello amatoriale, di solito 3 volte a settimana, da 6 a 8 km alla volta. Circa 1 mese fa ho avvertito un dolore bruciante e doloroso al tallone, che da allora è peggiorato. Se mi riposo migliora, ma non scompare completamente. Quest’ultima settimana non sono stata in grado di correre, fa male anche solo camminando. Ho preso degli antidolorifici per 5 giorni che hanno ridotto il dolore ma non l’hanno fatto passare. Sono disperata, era l'unico sport che facevo volentieri. Erica

Già risposta
Categorie: Fisioterapista. Fisioterapia

Risposta

  1. Varró Tímea
    Tina Varro Fisioterapista
    4. Maggio 2018.

    Cara Erica,
    è probabile che si sia verificata l'infiammazione del plantare fasciitis, ovvero la fascite plantare. Per trattare i sintomi consiglio l'uso di creme antinfiammatorie (anche impacchi con la stessa crema) e terapia ad onde d'urto. Ma questi trattamenti non eliminano la causa. Normalmente si tratta di un problema statico: questo può essere risolto attraverso esercizi specifici, con la ginnastica del plantare del piede. La soluzione più semplice è massaggiare il piede con l’aiuto di una pallina da golf, ma la cosa più efficace è sicuramente il trattamento manuale di un terapeuta.
    Le auguro di poter ricominciare a correre quanto prima!
    Cordiali saluti,

    Tina Varro


La categoria per il momento è vuota

In questa categoria al momento non ci sono domande.

Continui a navigare oppure ponga la sua domanda.


Ci invii la sua domanda!